Archivi categoria: Avant-garde

Phantom Islands

Phantom Islands (2018) – Rouzbeh Rashidi / Irlanda Fare Cinema per Rashidi significa anzitutto parlare di Cinema, di come esso possa rapportarsi con quanto definiamo reale: come, insomma, un cineasta moderno possa sviluppare determinati concetti, insinuandosi in quella piega che … Continua a leggere

Pubblicato in Avant-garde, Experimental Film Society | Contrassegnato , | Lascia un commento

Inside

Inside (2017) – Vicky Langan, Maximilian Le Cain / Irlanda Crisi di coppia come crisi interiore, conseguenze di un processo psicologico che prende vita nella ricerca di risposte. Segue lo stravolgimento dell’ordine che dapprima andava a mitigare la routine, sedava in … Continua a leggere

Pubblicato in Avant-garde, Experimental Film Society | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Still the Earth Moves

La tierra aún se mueve (2017) – Pablo Chavarría Gutiérrez / Messico In stato di trance, a cavallo tra poli opposti: l’oscuro ed il sensibile. Un incubo che non si realizza mai ma che insiste terribilmente nell’anteporsi come cavità molesta di uno spazio putrefatto. … Continua a leggere

Pubblicato in Avant-garde | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Some Smallness Coming From Land

Some Smallness Coming From Land (2016) – Rei Hayama / Giappone Richiamando l’attenzione in maniera deliberatamente malinconica, l’immagine di una bandiera anonima travolta dal vento svetta sull’acqua e riporta il discorso sull’universalità del luogo. Un luogo senza identità, quasi fuori … Continua a leggere

Pubblicato in Avant-garde | Contrassegnato , | Lascia un commento

Studies for the Decay of the West

Studien zum Untergang des Abendlands (2010) – Klaus Wyborny / Germania “Accordingly, I don’t think of pictures being images that record reality, but I consider them to be impressions depicting certain atmospheric qualities that are unique for a short moment … Continua a leggere

Pubblicato in Avant-garde | Contrassegnato , , | Lascia un commento

La valle chiusa

La vallée close (1995) – Jean-Claude Rousseau / Francia Una lezione di geografia in onore della madre, maestra di scuola elementare. Rousseau introduce con queste parole il suo film-diario, un viaggio che si concentra nei luoghi semi-abbandonati della Valchiusa, in … Continua a leggere

Pubblicato in Avant-garde, Cinéma Vérité | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Passion

Passion (1989) – Jürgen Reble / Germania Muovendosi all’interno di un campo prettamente sperimentale e con strumenti dichiaratamente, nuovamente tali, Reble ragiona sulle proprietà dell’opera come atto definitivo ed immortale partendo da un’esperienza di vissuto personale (mancata nascita del figlio) e … Continua a leggere

Pubblicato in Avant-garde | Contrassegnato , | Lascia un commento

Lontano, ancora

Lontano, ancora (1985) – Roberto Nanni / Italia In casi come questo, tentare l’approccio analitico è decisamente scelta infruttuosa oltre che avvilente; trattasi, appunto, di materia artistica che vuole farsi rivelare nel mentre stesso del suo spiegamento, materia che quindi necessita di … Continua a leggere

Pubblicato in Avant-garde | Contrassegnato , | Lascia un commento

Geistzeit

Geistzeit (2012) – Sector 16 / Germania Basterebbe soffermarsi semplicemente sui titoli dei sei capitoli, che suddividono le varie fasi della narrazione, concepirne la sussistenza e la validità per farsi un’idea di cosa provi a fare questo ‘Geistzeit’. Come in … Continua a leggere

Pubblicato in Avant-garde | Contrassegnato , | Lascia un commento

At Sea

At Sea (2007) – Peter B. Hutton / USA Tre diversi soggetti per un unico viaggio, tre navi mercantili che in tre diverse fasi raccontano costruzione, viaggio e rovina di un’unica sola imbarcazione, un costrutto che si fa espediente di … Continua a leggere

Pubblicato in Avant-garde | Contrassegnato , | Lascia un commento