Birdman

Birdman or (The Unexpected Virtue of Ignorance) (2014) – Alejandro G. Iñárritu / USA

Quattro anni dopo il riuscito ‘Biutiful’, il regista messicano torna sulle scene con un lavoro alquanto peculiare, se non altro per il distacco da tutto ciò che dapprima rappresentava il suo stile; qui, infatti, Iñárritu si cimenta per la prima volta in un lavoro impegnato a livello di critica, e lo fa immergendosi nel suo stesso mondo, quello dello spettacolo, dello star system e di tutto ciò che lo circonda.

birdman1

Noto anche come ‘Birdman or (The Unexpected Virtue of Ignorance)’, il film racconta le disavventure di un uomo, il protagonista, Riggan Thomson (interpretato distintamente da Michael Keaton), alle prese con la messa in scena di un suo spettacolo teatrale; tra le varie vicissitudini ed avversità, dovute in parte alle stravaganze di altri personaggi, in parte alla lotta con se stesso, il protagonista persisterà fino alla fine nel portare a termine il proprio lavoro, riuscendo infine nella difficile impresa.

Ciò che salta immediatamente all’occhio tra tutto è sicuramente l’attenzione al lato tecnico dell’opera, elemento per il quale Iñárritu non aveva mai espresso particolare riguardo fin ora, questa volta invece notiamo appunto che i movimenti di macchina sono quasi parte integrante della storia: la regia segue perennemente i personaggi della vicenda, da quelli protagonisti a quelli di contorno ed è straordinariamente attenta a non staccare mai inquadratura; il ricorso al montaggio è infatti un espediente sul quale il regista non si appoggia mai, almeno fino a poco prima della fine, e per fare ciò si serve pertanto di una serie di escamotage più o meno impegnativi che fanno risultare il tutto davvero coinvolgente e mai pesante, nonostante la lunga continuità nella ripresa degli eventi.

Ma ciò che fa di Birdman un’anomalia all’interno della filmografia di Iñárritu , non è solo la cura tecnica fortemente palesata all’interno dell’opera, ancor di più infatti lo è il messaggio diffamatorio che mai il regista aveva messa in atto in passato. Se infatti i precedenti lavori come ‘Babel’ e ‘Amores Perros’ puntavano ad una resa realistica dei fatti con tono pesantemente drammatico, il tutto facendo spesso ricorso a parallelismi narrativi, qui l’approccio è totalmente differente. La vicenda è una sola ed ogni personaggio ne fa parte, il tono che ricopre l’intera opera non è per nulla drammatico bensì è giocoso ed umoristico, perfetto per esprimere critica con eleganza, ed infine l’intento accusatorio mai messo in pratica dal regista: tutto ciò non può che fare di questa un’opera del tutto inconsueta e inaspettata.

Dalla scelta del soggetto, dai movimenti di macchina lunghi ed estenuanti ma soprattutto dall’intento beffardo espresso nei confronti del mondo dello spettacolo nasce spontaneo il paragone con il cinema di Altman (‘Nashville’, ‘I protagonisti’ e ‘America oggi’). ‘Birdman’ va visto come una messa in ridicolo del cinema commerciale e un inno a quello culturale, in questo senso si spiegano le scelte degli attori, significative in quanto ognuno di loro è stato protagonista in film di super-eroi, come si spiegano inoltre i frequenti dialoghi con l’alter-ego di Riggan, il ruolo del supereroe per il quale è diventato famoso.

Va di certo apprezzato il tentativo ambizioso di Iñárritu che certo non può considerarsi pienamente riuscito in quanto primo vero film impegnato dell’autore, tuttavia ‘Birdman’ risulta sicuramente un film a tutto tondo, ben retto nella parte recitativa e di scrittura, sia in quella contenutistica, seppur non del tutto convincente, e straordinariamente dotato di un lato tecnico estasiante. Ciò che probabilmente fa di questa un’opera difettosa è la resa del messaggio, per quanto risulti evidente nel suo intento, è comunque vago, quasi elusivo e poco diretto, nel complesso fiacco. Un film interessante se calato nel suo contesto, debole ma ammirabile per le intenzioni.

birdman2

Voto: ★★/★★★★★

Questa voce è stata pubblicata in Postmodernism e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...