Il tesoro della Sierra Madre

The Treasure of the Sierra Madre (1948) – John Huston / USA

Siamo in Messico. Due vagabondi in cerca di fortuna – aiutati da una anziano cercatore  -imbastiscono una spedizione in cerca d’oro. Questo però, una volta effettivamente trovato, darà alla testa al più avido dei tre che, accecato dalla follia, finirà miseramente mandando all’aria ogni piano. John Houston, qui al suo quinto lungometraggio, sceglie un soggetto di grande impatto (l’omonimo romanzo di Bernard Traven) imbastendo un tour de force a tre che diventa quasi una sfida tra attori e regista a superarsi a vicenda in verve, in determinazione. L’opera infatti molto punta sul rapporto tra i protagonisti, sull’importanza della tematica in discussione e sulle sue dirette conseguenze sui protagonisti.

the-treasure-of-the-sierra-madre1

L’oro, la sete di ricchezza quindi, conserva in sè la capacità di stravolgere menti, approfittarsi della disperazione altrui, corrompere fino a gettare nella miseria, questo in sostanza quanto ci racconta l’opera. Eppure il tutto viene raccontato con grande padronanza dall’autore, che gestisce tempi ed inquadrature come si conviene, stringendo spesso su primi piani a rimarcare tutte quelle sfumature che l’attore principale, Humphrey Bogart, sa mostrare con grande abilità, alternando tensione ed attesa a frenetico rincorrersi. È un Cinema pur sempre statunitense in un periodo di ben poca emancipazione autoriale. ‘Il tesoro della Sierra Madre’  tuttavia risente ben poco di ciò, spiccando, se non proprio per audacia, per la qualità complessivamente, insperatamente buona dell’opera in gran parte dei suoi aspetti.

Huston, che confida ormai ampiamente nel proprio interprete poc’anzi citato, crede altresì nel notevole dinamismo che il romanzo offre ad eventuali trasposizioni, gettandosi nell’impresa tutt’altro che semplice di soffermarsi più del dovuto sulle personalità dei protagonisti, costruire individui a tutto tondo dando loro più spazio del consentito e lasciandoli muovere all’interno della sceneggiatura con grande abilità e disinvoltura. Il risultato è un film di puro spettacolo, coinvolgente e ben fatto, un risultato quasi insperato per il cineasta, qui solamente agli inizi di una carriera che si spingerà fino al termine degli anni ottanta con risultati mai del tutto convincenti o inaspettati.

the-treasure-of-the-sierra-madre2

Voto: ★★★/★★★★★

Questa voce è stata pubblicata in Classical Hollywood Cinema e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...